Abbasso Giacomina! 

Chi è Giacomina?

Bè, Giacomina sono io, sei tu, è la mia amica, è il mio amico, è il mio parente prossimo,

Giacomina è chiunque perché c’è una Giacomina/Giacomino in ognuno di noi.

E chi è costei o costui?! Bè, Giacomina è Giacomo Leopardi: quella parte pessimista di noi che compare quando meno te lo aspetti.

Sta lì buono buono, non dà fastidio a nessuno fino a quando: zac, esce fuori.

Ma mannaggia a lei (scusate, qui ne parlo al femminile perché sono abituata ad individuare le Giacomine nelle mie amiche!).

Quando meno te lo aspetti, eccola che fa capoccetta.

In genere, si manifesta quando ti piace una persona (perché ve lo dico a 15 come a 40 anni le dinamiche non cambiano!); insomma, ti piace questo o ne sei innamorata, ci esci, va pure bene e poi subito dopo zitta zitta, insalutata ospite (come direbbe mia mamma), ti si siede sul letto Giacomina. Si mette lì e comincia a parlarti all’orecchio e ti dice “guarda, che non lo so che se è stato bene, sa?!”; “guarda che hai fatto tutto tu, non te li fare i film!”; “ma che sei matta?! Gli vuoi scrivere?! E perché gli devi rompere le palle a questo mo’?!”.

Una goccia cinese, un martello pneumatico che si mette a trapanare la vostra sicurezza e fa un solco profondo e la sicurezza diventa insicurezza e le certezze se ne vanno a farsi benedire.

Abbattetela. Uccidete Giacomina, è cattiva e invidiosa e soprattutto PESSIMISTA. Fatela fuori.

Io non lo so com’è andata l’uscita, io non lo so lui com’è stato ma senz’altro non lo sa manco Giacomina; il 99% del suo pessimismo è fuffa. Non serve, è inutile!

Io ne sono matematicamente certa.

Io la odio Giacomina.

Lo sapete voi com’è andata e se penserete come Giacomina non vi godrete mai le sensazioni che le belle serate, le storie, i momenti vi possono lasciare.

Se avete voglia di scrivere: SCRIVETE; se avete voglia di telefonare: TELEFONATE; se avete voglia di mandare un segnale di fumo: MANDATELO!

A volte la paura blocca, il pessimismo frena ma perché?! E se ci fosse un Giacomino pure dall’altra parte?! Il mondo si fermerebbe.

Allora, io dico: le cose ditele e ditele per voi; fatele e fatele per voi. E non fatele per ottenere risposte ma per liberarvi; per manifestare un sentimento, una sensazione.

Sono sicura che vi sentirete meglio, tanto poi si capisce come vanno le cose. Almeno ci avete provato e tentar non nuoce. 

Chiaro?! Ecco, fidatevi!

Bene.

Ripetete con me: ABBASSO GIACOMINA… la vostra perché la mia, vi dirò, sa essere pure spiritosa in alcune circostanze,

Annunci

Un pensiero su “Abbasso Giacomina! 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...