Archivi tag: ferragni

Ho detto: NO

L’altro giorno in uno dei 200 gruppi whats’app in cui sono (devo dire in uno di quelli pi√Ļ divertenti!) una mia nuova amica (mezza psicopatica che si sente esclusa dall’universo… ti adoro e lo sai ūüôā ) chiede: “ma le splipper mules?!” allegando la seguente foto.

2017-10-11-PHOTO-00000537

La mia risposta è stata un semplice, conciso, secco: NO!

Ora, ragazzi/e, voi sapete quanto io ami la moda, ma sapete anche quanto affermi che “se una cosa √® brutta, non mi interessa che vada di moda: io non la indosser√≤!”.

Ora, al di l√† della scelta della mia amica che tra tutte forse ha scelto le pi√Ļ brutte (per quanto griffatissime) secondo voi come meglio potrebbero catalogarsi queste scarpe se non CIAVATTE?! Badate bene che ho scritto “ciavatte” e non “ciabatte” perch√© il romano viene in soccorso in alcuni casi, in quanto d√† proprio il senso della sciattaggine che √® intrinseca nell’oggetto.

Al di l√† del fatto che io odio le ciabatte anche in casa, piuttosto raffreddore tutto l’anno ma non riesco a metterle neanche tra le mura domestiche, figuriamoci se mi viene in testa di uscirci e magari spendere fior fiori di ‚ā¨ per averle ai piedi.

Ora Alessandro Michele (stilista di Gucci, lo dico solo per quei 4 che non lo sanno) √® un estroso e questo tipo di “ciavatte” devono piacergli parecchio perch√© le propone in varie salse, per uomini e donne…

…purtoppo, per√≤, non √® l’unico… la Ferragni ne fa spesso sfoggio e le ha prodotte con il suo brand; poi Steve Madden; poi Prada; poi D&G…

e tutti prevedono prezzi che vanno dai 200 ai 1.000‚ā¨.

A questo punto mi sento di darvi un consiglio: all’inizio della strada in cui abito, ma comunque ce ne sono a centinaia sparsi sul territorio italico, c’√® Risparmio casa. Ora in genere, davanti alle casse per lo pi√Ļ, installano dei fantastici stand con le ciavatte (da uomo e da donna) che vanno dai 10 ai 12‚ā¨ . Ecco, io penso che di pi√Ļ un paio di pantofole non debbano costare perch√©, se proprio non se ne pu√≤ fare a meno, IN CASA CI SI DEVE STARE CON LORO, quindi spendere pi√Ļ di tanto mi sembrerebbe un sacrilegio, un oltraggio alla corona, un attentato alla Costituzione.

Non uscite dal seminato: ciabatte in casa; scarpe fuori… e, quando dico, “scarpe” penso a tutta un’altra cosa!

Siete stati avvertiti.

Annunci

Bene bene bene…

…ma non benissimo! Sapete che uno ha lanciato questa canzone assurda che, per√≤, fa ridere devo ammettere.

Allora il post in questione non riguarda la canzone ma il fatto che mi sono accorta che posso scrivere nmila post sui libri e poi ne scrivo uno sulla moda (o simile) e boom, faccio il botto.

Sono d’accordo con voi, la moda √® un grande argomento (forse il mio preferito) e quella genia della Ferragni (e del di lei ex fidanzato nonch√© grandissimo gnocco) ne sono la prova vivente.

E allora, ragazzi/e, vi parlo un altro po’ del vostro argomento preferito, che poi √® pure il mio, ma io non tralascer√≤ mai le recensioni di libri… tra l’altro ne sto leggendo uno che mi fa un sacco di tenerezza ma poi vi dir√≤.

Ritornando alla Ferragni, sapete tutti – e se non lo sapete ve lo sto dicendo io – che si √® messa con Fedez (proposta di matrimonio all’Arena di Verona per i suoi 30 anni etc etc). Ora hanno creato questo binomio di moda in cui lei ci sta perdendo, secondo me, e lui ci sta guadagnando… parlo stilisticamente. Al di l√† del fatto che lei √® sempre vestita Top (e vorrei pure vedere tra Dior, Prada, Ferretti e chiunque altro vi venga in mente) mi sta prendendo questa deriva un po’ coatta che io non posso condividere. Lui, di contro, ogni tanto va vestito caruccio ma ora ha creato questa collezione per Bershka che “il Signore ce ne scampi e liberi!”…ma io dico: perch√©?! Se ne sentiva il bisogno: un secco NO, mi viene da dire.

Il simbolo √® una tigre colorata che √® di un brutto ma di un brutto che levatevi… poi stampata su abiti informi: giacchettoni oversize, magliette da bulletto di periferie, calzini bianchi di spugna che mi auguravo fossero caduti nel dimenticatoio.

Ora io non ce l’ho con loro, anzi io li stimo moltissimo, la Ferragni √® una maga del marketing e lui mi sta pure simpatico, ma io mi dispero perch√© mi toccher√† vedere in giro ragazzini conciati come i peggiori rapper di periferia. Una cosa che preferirei andare a vedere negli USA per mia scelta e non sul suolo italiano per scelta di un altro. Eppure non vi dico che delirio alla presentazione a Milano, forse mancavo io e tre quarti della palazzina mia perch√© il resto stava tutto l√¨. La cosa grave √® che il marchio √® pure parecchio low cost, quindi √® un attimo che i ragazzini procedano all’acquisto.

Ora, Chiara, faccio un appello a te: REDIMITI! Dall’alto del mese della moda che ti sei sparata tra Milano e Parigi, dall’olimpo delle meraviglie che hai visto con i tuoi stessi occhi, passati una cavolo¬†(per non dire cazzo!)¬†di mano sulla coscienza e insegna ai ragazzini a vestirsi, non a coprirsi. Anche il Dio denaro te ne sar√† grato.¬†

Saluti affettuosi.