Archivi tag: stringate. Stella

Tattoo

Vi racconto una storia.

Il tatuaggio è un concetto che non mi è mai appartenuto.

Non mi sono mai fatta prendere dalla moda ed ho sempre pensato che questa cosa del “per sempre” non mi avrebbe avuto mai.

“Per sempre” non esiste, non c’è: oggi mi piace una cosa, domani no; oggi voglio bene ad una persona, domani no; oggi amo te, domani no (forse!).

E la moda poi no, per quanto sia fissata io, per me è un’altra cosa, non un segno sul corpo.

Punto, questo era.

E poi negli anni qualcosa è cambiato, più che altro sono successe delle cose che mi hanno fatto cambiare idea.

E allora il mio “tattoo mai” è diventato “chissà, può darsi” ma ho sempre pensato che il mio “può darsi” dovesse essere legato a qualcosa che, appunto, fosse per sempre.

Così mi è balenata l’idea la prima volta che sono uscita, o almeno pensavo lo fossi, da una storia d’amore ma poi ci ho ripensato (e ho fatto bene!); quindi, per suggellare un’amicizia ma alla fine è diventato “noi due non abbiamo bisogno di suggelli”; e, poi, all’improvviso è successo l’imprevedibile et voilà.

E’ successo che te ne sei andata; che un giorno di ottobre hai deciso che basta non ce la facevi più; che non mi potevi più proteggere dall’orrore del tuo male e che dovevi pensare a te.

Lo capisco, hai fatto bene, ma la mancanza che sento io è al di sopra del bene e del male.

Allora così, una mattina mi sono svegliata ed ho pensato che questo momento me lo volevo ricordare; che non basta averti nel cuore, che è necessario averti addosso: PER SEMPRE.

E così ti ho presa e ti ho messa, per sempre, sul mio polso, sinistro, quello del cuore.

Questo è il posto tuo, Stefi, per sempre con me, una stella sul lato del cuore.

IMG_8367

 

 

Annunci

A, b, c…

Sento la necessità di aiutarvi a comprendere alcuni termini di moda che si leggono sui giornali e che sicuramente vi sarete chieste: “ma che vor di’?!”.

Ecco, io prima di voi, e, quindi, ho deciso di mettere nero su bianco un microscopico dizionario sulle scarpe per la moda inverno 2014/2015.

  • Cuissard. Sono tornati di gran moda. E cosa sono? Banalmente gli stivali alla gatto con gli stivali. Avete presente? Quelli con il gambale altissimo, sopra il ginocchio e che personalmente non potrò mai indossare. Prima di tutto chiariamoci, se avete una nanogamba lasciate perdere perché non è cosa, diversamente sbizzarritevi perché quest’anno veramente li hanno messi in produzione tutti da Stuart Weitzman, che ne ha fatti di bellissimi; a Dior a Versace a Pretty Ballerinas (financo!) ovunque donne super sexy con stivali super alti. Di vernice, di camoscio, con tacco 12 o senza tacco. Spettacolo.
  • Slip-on. Siamo sempre nel settore scarpe ma, permettetemi, queste proprio le aborro. Si tratta delle snakers con elastico vicino alla linguetta, senza stringhe, facili da indossare come dice la parola stessa. Ecco, io le schifo ma vanno tantissimo il che non mi indurrà a comprarle… oddio dicevo la stessa cosa delle espradillas e poi, di fronte ad un paio particolarmente carine, ho ceduto. Comunque, tornando a noi, le più famose cono le Vans che credo le abbia inventate e che ne ha fatte veramente di tutti i tipi, persino dorate; ma ne troverete ovunque da Prada a H&M da Givenchy a Zara… per quanto mi riguarda solo in negozio perché non mi avranno mai!
  • Pumps. Sono quelle scarpe con tacco vertiginoso in cui il plateux è incorporato nella scarpa, non si vede. Non mi piacciono molto, le trovo un po’ volgari ma se ne possono trovare modelli interessanti. Come?! Cos’è il plateux?! Ok, lasciate questa sezione del blog e dirigetevi verso tutte le altre, io non ho tempo da perdere!!!
  • Platform. Si tratta di scarpe con zeppa unica, lungo tutta la lunghezza del piede e senza dislivello, diciamo. Queste potrebbero essere indicate a chi, come me, necessiterebbe di qualche centimetro in più ma, sebbene quest’anno vadano tantissimo e la mia adorata Stella ne abbia fatte con le stelle appunto, MAI (e sottolineo MAI) mi avranno. Le trovo talmente brutte da diventare misogine.
  • Stringate. Bè, qui forse vi offendo, perchè tutte saprete cosa sono le stringate, comunque, scarpe da uomo con i lacci. Belle, le adoro: con gonna longuette, con gonna lunga, con pantaloni larghi, stretti, con minigonna… insomma, sempre. Compratele.

Bene, per ora può bastare.

Se avete dubbi, incertezze, scrivete al solito a vadobenecosi@gmail.com e scrivete però.