Archivi tag: abiti

Sanremo 2020

Non ho scritto nulla su Sanremo, recupero ora.

Quest’anno non mi ha proprio interessata, neanche i vestiti. Non ho avuto il tempo e neanche l’ho cercato.

Giusto ieri sera, ho visto un pezzo di finale: mezz’ora, di più non ho retto. Ma non è per snobbismo, è proprio che avrei voluto ascoltare le canzoni e c’erano troppi intervalli, quindi mi annoiavano.

Comunque, pur non avendolo visto, non si può non sapere: basta aprire un qualunque giornale per rimanere aggiornati, su Twitter poi si parlava solo di quello è così mi sono scelta il meglio senza doverlo vedere.

Sugli abiti vi faccio una veloce carrellata:

  1. Diletta Leotta: vince il nero di EtroSalerno: bella e raffinata, giusti i tailleur, belli gli spacchi con quelle gambe poi;Francesca Sofia Novello: bella lei con la Ferretti che poteva fare molto di più, tra tutti scelgo questo:543250BD-2BAB-4555-BA94-EB207151C2A7
  2. Rula Jebreal, va sul sicuro con Armani Privè e fa bene;1580985851642.jpg--sanremo_2020__rula_jebreal___ho_dimostrato_che_le_storie_vere_sono_nazionalpopolari_
  3. Tosca: splendida in smoking;tosca-sanremo-2020_2708652
  4. Elodie: straordinaria con questo Versace, gli altri mi sono piaciuti meno, ma lei figaggine assoluta;1581117534685.jpg--
  5. Levante: al di là della noiosa scelta di vestirsi sempre uguale cambiando solo il colore ma poi, scusate, secondo me la gonna non le rendeva proprio giustizia;Grandi: ci vogliono abiti più strutturati, quello di ieri sera le stava oltre il male, quello della prima sera più adatto;Clerici: ha scelto un’alta moda di livello con Tony Ward;antonella-clerici-sanremo-2020
  6. uomini tutti dignitosi tra Armani e Dolce e Gabbana che hanno fatto man bassa e meno male.Smarcati gli abiti, vi commento solo altre 3 cose:
  1. Diodato, il vincitore, è un mio beniamino da sempre: bravo, colto, elegante, raffinato. Una canzone adatta e bellissima, un’interpretazione pulita, un look impeccabile. Bravo bravo bravo. Per la prima volta mi trovo d’accordo sul vincitore.
  2. Achille Lauro: il genio non è lui ma Alessandro Michele che lo ha interpretato, che ne ha fatto un personaggio, che gli ha costruito intorno una storia. Un plauso a lui per il coraggio di interpretarla ma in Achille Lauro non vedo nulla di trasgressivo. La canzone è brutta, il bacio gay mi auguro non sia più una trasgressione. Renato Zero ha fatto scuola mille anni fa.
  3. Morgan: il testo modificato per Brugo mi piace molto di più di quello originario. Bravo.

Bene, buon dopo festival a tutti.

Pillole di MFW

Ho poco tempo, ve lo dico, ma ho deciso di dedicare quei 15 minuti al giorno per vedere cosa ci regala la Milano Fashion Week.

Non so a che giorno siamo della settimana della moda ma oggi hanno sfilato, tra gli altri: Peter Pilotto, Alessandro Dell’Acqua per Nr. 21, Prada e Alberta Ferretti.

Quest’ultima per me ha vinto: una sfilata bellissima, colorata, romantica, dinamica. Vi posto qui il mio vestito preferito:

Non mi è piaciuto affatto Peter Pilotto, molto troppo colorato ma sostanzialmente immettibile, guardare per credere, un semaforo ambulante, non brutto eh ma pur sempre un semaforo:

Io adoro Alessandro Dell’Acqua. Mi piace molto sempre, però trovo la collezione un po’ faticosa, troppe cose e tutte insieme, tagli, fiori, drappeggi… un po’ faticosa, ma sempre valida, originale:

E poi Prada, molto cool, mi è piaciuta ma non ha vinto la palmetta di oggi…

…vediamo che succede domani: stay tuned!

Due è già troppo

Era un po’ che cercavo qualcosa di moda su cui scrivere.
Troppi input: sfilate, saldi, insomma cose varie.
E poi, apro instagram e la vedo.
L’avevo voluta ignorare ai Golden Globe perché ho pensato ad una scivolata ma due su due no, non te le posso perdonare!
E che cavolo!
Di chi parlo?! Ma di Rosamund Pike.
Chi è?! La bravissima attrice di cui ho già parlato per aver interpretato magistralmente L’amore bugiardo.
Bene, sei molto brava, anche molto bella.
Ora, con quei due soldi che hai guadagnato, prendi immediatamente uno stylist e fatti guidare perché, bella mia, anche l’occhio vuole la sua parte!
Ma io dico come, come t’è venuto di indossare ai Golden Globe codesto vestito di Vera Wang (quello a sinistra) ?! Ti prego!
Perché mai?! Sei pure una bella donna, perché ti devi così mortificare!
Dice: “e va bé, ma due mesi fa è diventata mamma” … e a maggior ragione: ti vesti di bianco (che notoriamente ammazza!) e ti metti senza reggiseno (che a due mesi dal parto sei notoriamente una mucca da mungere!)!
Ma io dico: una mamma, un marito, un parente stretto, un’amica che ti dica “ma come cazzo te sei vestita?!” Non ce l’hai?! E se non ce l’hai, pagalo uno che sia sincero con te!
E va be, una te la fa passare.
Poi: altra serata di gala, altro Red carpet, altro stilista (Valentino), vestito stavolta bellissimo e tu che fai?! Di nuovo bianco e di nuovo con un reggiseno sbagliato?!
Ma dai, ma porca la paletta zozzissima!
Rosamund, scrivimi; giuro, ti rispondo; scrivimi!
Visto che la prossima serata saranno gli Oscar evitiamo di fare figure di merda: SCRIVIMI!!!!

2015/01/img_7625.jpg